• Aprile 22, 2024

POZZUOLI: Sinistra Italiana presenta un’interrogazione parlamentare dopo il licenziamento del lavoratore aggredito dal suo caposquadra.

 POZZUOLI: Sinistra Italiana presenta un’interrogazione parlamentare dopo il licenziamento del lavoratore aggredito dal suo caposquadra.

Stefano Ioffredo e Franco Mari di Sinistra Italiana.

COMUNICATO STAMPA: Sulla vicenda del dipendente di EPM, licenziato dalla ditta dopo aver subito un’aggressione dal suo caposquadra e sulla mancata applicazione delle norme di sicurezza sui luoghi di lavoro e per lo smaltimento dei rifiuti speciali denunciata dal sindacato SGB Napoli, Sinistra Italiana ha presentato un’interrogazione parlamentare al Ministro del lavoro e delle politiche sociali e al Ministro della salute.


L’intervento di Franco Mari

«Può succedere di essere licenziati, dopo aver subito un’aggressione da un proprio superiore? Sembra un’assurdità ma purtroppo pare di sì, in un paese in cui i lavoratori sono sempre più deboli.» – dichiara Franco Mari, Deputato alla camera di Sinistra Italiana per Alleanza Verdi e Sinistra – «La EPM, azienda che si occupa del servizio di pulizia e sanificazione all’interno dell’appalto ASL Napoli 2 Nord, ha licenziato un proprio dipendente che la sera del 27 luglio era stato aggredito dal proprio caposquadra. Licenziare un lavoratore che ha denunciato un’aggressione, senza attendere nemmeno l’esito delle indagini, è un fatto gravissimo.

Un’azione che può apparire intimidatoria nei confronti di lavoratrici e lavoratori che da circa un anno e mezzo, attraverso il proprio sindacato, denunciano la mancata applicazione delle norme di sicurezza sui luoghi di lavoro nell’ambito smaltimento dei rifiuti speciali all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli.

Una vicenda inaccettabile, che dovrebbe avere maggiore attenzione anche da parte della direzione dell’Asl Napoli 2 Nord. Gli enti pubblici che ricorrono agli appalti per alcuni servizi non possono fare finta che la condizione dei lavoratori non li riguardi. Per queste ragioni ho presentato al Ministro del Lavoro e delle politiche sociali e al Ministro della salute un’interrogazione parlamentare, affinché si faccia chiarezza su quanto sta avvenendo all’ospedale di Pozzuoli e indichino quali iniziative intendano assumere nel merito delle questioni di propria competenza.»


Il commento di Stefano Ioffredo

Nel frattempo la Prefettura di Napoli ha avviato una procedura di riconciliazione tra le parti ai sensi dell’articolo 2 Comma 2L. 146/90 in modalità teleconferenza il 14 settembre.

«Il dipendente licenziato dalla EPM dopo aver subito un’aggressione dal suo caposquadra deve essere immediatamente reintegrato!» – aggiunge Stefano Ioffredo, Segretario cittadino di Sinistra Italiana di Pozzuoli e Coordinatore della Federazione Provinciale di Napoli di Sinistra Italiana – «Lavoratrici e lavoratori che svolgono un servizio importante per la collettività, con orari insostenibili e con la mancata applicazione delle norme di sicurezza nei luoghi di lavoro non vanno lasciati nella solitudine e nell’indifferenza. Al contrario vanno ringraziati e supportati. Quanto ancora resteranno a guardare la direzione ospedaliera e dell’ASL Napoli 2 nord prima di intervenire sulle criticità denunciate dal Sindacato SGB Napoli?»

 

Stefano Ioffredo
Segretario di Sinistra Italiana di Pozzuoli;
Coordinatore Provinciale della Federazione di Napoli di Sinistra Italiana.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.